Mosajco

Villa Fiorentino Sorrento sede della Fondazione Sorrento

Fondazione Sorrento

Chiesa dell'Addolorata

Nata per ospitare la Congrega della Vergine dei Sette dolori di Sorrento, la magnifica chiesa sorrentina fu costruita nella prima meta' del '700. Stupendo esempio di architettura barocca, l' edificio sacro sorrentino ha una storia travagliata. E' stato riaperto al pubblico dopo 30 anni di attese.Al termine di lavori di restauro iniziati subito dopo il terremoto che nel 1980 arrecò gravissimi danni in tutta la Campania,  ha finalmente riaperto i battenti la Chiesa dell’ Addolorata di Sorrento, anche nota come Chiesa della Vergine dei sette dolori di Sorrento perché, in epoche remote, ospitò l’ omonima Congregazione della Vergine dei sette dolori.Pur essendo ubicata nel pieno centro storico sorrentino (lungo via San Cesareo) essa risale agli inizi XVIII secolo ed è, dunque, tra le Chiese più “moderne” di Sorrento.
A volere la sua costruzione furono i nobili sorrentini che, per l’ appunto desideravano una sede propria per la nascente Congregazione (quasi in dissidio con altre istituzioni simili che pure erano altrettanto nobili e famose).I patrizi della città del Tasso pur di consentire l’ edificazione di questa meravigliosa chiesa barocca, non ebbero esitazioni nell’ acquistare un giardino e nel finanziare l’ opera “con offerte personali e senza nulla chiedere ad altri”.
Di fatto la Chiesa fu ultimata il 23 settembre 1739.La storia della Chiesa della Vergine dei sette dolori e della Congrega che ospitava, in ogni caso, era destinata ad essere “turbolenta”.
Dopo accese polemiche che avevano precedentemente portato proprio la Congrega ad essere ospitata in varie importanti Chiese e Cappelle del centro storico (come la Cappella di San Giovanni a Dominova, la Cappella di S. Sebastiano e la Chiesa di San Catello che ospitava anche l’ Arciconfraternita della Morte ed orazione di Sorrento), l' 8 ottobre 1844,  un fulmine sfondò il tetto dell’ edificio sacro e fece crollare il suo campanile.Pochi anni dopo – nel 1860 – si registrò, poi, un autentico colpo di grazia.
Con la scomparsa del Regno delle Due Sicilie, infatti, i confratelli – essendo quasi tutti legittimisti legati alla famiglia dei Borbone – subirono persecuzioni ed angherie che comportarono, tra l’ altro lo scioglimento della congrega e la chiusura della chiesa nel 1867.Da quell’ anno i congregati furono accolti nella Congregazione dei Servi di Maria di Sorrento, poi unitasi all’ Arciconfraternita della Morte ed orazione di Sorrento.
Sconsacrata nel 1868, la chiesa venne riaperta al culto dopo oltre settant’ anni dall' Arcivescovo Paolo Jacuzio. Dopo alterne vicende, infine, il terribile terremoto del 1980 ha procurato danni di notevole entità.
Ancora quasi trent’ anni di attese e poi, per l’ appunto nel settembre del 2007, la riapertura dell’ edificio - ancora sconsacrato – al pubblico

 


cultura
Giornate Nazionali dei Castelli XX edizione

Castelli, fortezze, borghi murati, città fortificate e torri. Il pat... continua

CONFERENZE ISTITUTO DI CULTURA TORQUATO TASSO

PROGRAMMA DI CONFERENZA A CURA DELL' ISTITUTO CULTURALE TORQUATO TASSO continua

Al museo Correale una mostra dedicata a Salvator Rosa

E' stata inaugurata sabato 7 novembre, alle ore 18, al museo Correale di Te... continua

Sorrento...ancora

Roberto De Simone e Alessandra D’Antonio ospiti a “Sorrento&hel... continua

Musica classica di scena a Sorrento - I lunedì dell'opera

Domenica 2 agosto, ore 21.15, Sorrento - Chiostro S. Francesco. continua

Fontane storiche di Sorrento

Sono partiti i lavori di restauro delle due fontane collocate nel centro st... continua

Lo Schizzariello torna al suo antico splendore

Ultimato il restauro della fontana detta dello Schizzariello. Un altro impe... continua

Suggestioni ed emozioni di una città

Una passeggiata tra le meraviglie di Sorrento, tra i suoni, i colori, i pro... continua

Un'antica porta

L' apertura della Porta di Parsano ha, di fatto, consentito lo sviluppo a S... continua

La Basilica di Sant'Antonino

Ai lati dell' altare maggiore della Chiesa dedicata al Santo Patrono della ... continua

Visita la gallery

 

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Firmato - 25/02/2018
Le immagini raccontano il passato, il presente ed il futuro di questa bellissima ... Continua »

Leggi le opinioni dei nostri clienti »

comunicati stampa
Sosteniamo l'Ospedale di Sorrento - campagna di crowfunding
Sosteniamo l'Ospedale di Sorrento - campagna di crowfunding

Parte il progetto “Sos: Sosteniamo l’Ospedale di Sorrento” che mira a recuperare le facciate del presidio ospedaliero di Sorrento ...

Continua »

visit www.webpinknetwork.it Fondazione Sorrento Sede operativa: Corso Italia, 53 - Sorrento - 80067 - Italia P.IVA / Cod.Fiscale: 05574541214
Tel.: 081 8782284 - E-mail: info@fondazionesorrento.com

Powered by Mosajco CMS