Mosajco

Villa Fiorentino Sorrento sede della Fondazione Sorrento

Fondazione Sorrento

Itinerario naturale a Sorrento

Passeggiando da Cesarano a Sant' Agata si puo' seguire un itinerario che alternando tratti di strada rotabile a sentieri fortemente caratterizzati dalla presenza della tipica vegetazione locale, consente di poter godere di alcuni incantevoli scorci della Penisola Sorrentina. Tra le possibilità che, chi desidera raggiungere Sant’ Agata sui due Golfi a piedi, può prendere in considerazione, c’è anche quella che prevede l’ utilizzo di un sentiero particolarmente suggestivo: quello che, partendo dalla frazione di Cesarano, passa per Casarlano, prima di arrivare nella zona alta della Terra delle Sirene.
Per raggiungere la zona di Cesarano dal Centro cittadino ci si deve incamminare prima verso Via degli Aranci e, poi proseguire lungo Via San Renato o, in alternativa, partire da Piazza Tasso imboccare Via Fuorimura e proseguire in direzione Casarlano fino a giungere al bivio che porta, per l’ appunto, verso Cesarano.
Lì, prima di partire si potrà ammirare una bella chiesa – recentemente restaurata – dedicata a Santa Maria di Montevergine.
Dalla piazzetta antistante l’ edificio sacro si imbocca prima Via Cesarano e poi via Festola fino a giungere all’ altezza della strada che conduce verso Casarlano. Proseguendo lungo la via principale si giunge ad un’ aiuola di forma triangolare (caratterizzata dalla presenza di un pino) lì ci si può incamminare lungo via Rivezzoli (caratterizzata da un percorso abbastanza ripido) e, finalmente arrivare a Via Nastro Verde che conduce direttamente a Sant’ Agata.
Il percorso suggerito, alterna tratti di strada rotabile a sentieri fortemente caratterizzati dalla presenza della tipica vegetazione locale, consente di poter godere di incantevoli scorci panoramici ed è di media difficoltà.
Il tempo di percorrenza ipotizzabile – partendo da Cesarano – è di circa 1 ora e mezza.
Si suggerisce l’ uso di scarpe comode e di portare con sé bibite per dissetarsi lungo il cammino.
Una volta giunti a Sant’ Agata sui due Golfi – se non si desidera percorrere lo stesso percorso all’ incontrario – si possono utilizzare i bus della Sita che garantiscono i collegamenti con il centro di Sorrento con una discreta frequenza anche fino a sera.

 

 


natura
Parchi e giardini

Oltre ad offrire una miriade di spunti capaci di catalizzare l’ atten... continua

La macchia mediterranea

Il blu profondo del mare, l’azzurro del cielo, il verde della macchia... continua

Escursione a Punta Campanella

Seguendo un itinerario che dalla frazione di Termini (Massa Lubrense) porta... continua

Il paesaggio dal Capo di Sorrento

Mille particolarita' rendono inconfondibile, allegro, vivo e colorato il mo... continua

I bagni della Regina Giovanna

 L' importante zona archeologica e' stata acquistata dal Municipio del... continua

Le rarità floreali del Vallone dei Mulini

Nel magnifico burrone che dista pochi passi dal centro storico di Sorrento,... continua

Trekking subacqueo sull'isolotto del Vervece

Malgrado le sue piccole dimensioni, l' isolotto del Vervece (poco lontano d... continua

Passeggiate a Sorrento

Il sentiero di Sant'Antonio offre indimenticabili emozioni a coloro che ama... continua

Il Gheppio

Tra le specie dei rapaci presenti nella Terra delle Sirene figura anche que... continua

Il falco pellegrino

Lungo le coste della terra delle Sirene, ancora oggi, e' possibile assister... continua

Visita la gallery

 

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Firmato - 29/05/2018
Tutto non è solo quel che sembra ma, molto altro.

Leggi le opinioni dei nostri clienti »


visit www.webpinknetwork.it Fondazione Sorrento Sede operativa: Corso Italia, 53 - Sorrento - 80067 - Italia P.IVA / Cod.Fiscale: 05574541214
Tel.: 081 8782284 - E-mail: info@fondazionesorrento.com

Powered by Mosajco CMS