Mosajco

Villa Fiorentino Sorrento sede della Fondazione Sorrento

Fondazione Sorrento

Palazzo Veniero

Passeggiando per Sorrento, lungo Via Pietà (che anticamente si chiamava Vico Bagnagatte), è possibile ammirare uno degli edifici più antichi rimasti nella Città del Tasso.
Si tratta di Palazzo Veniero ed è una costruzione che ancora conserva qualche elemento architettonico risalente ad un epoca compresa tra il 1100 ed il 1200. “Sopravvissuto” alle trasformazioni urbanistiche che, in varie epoche (ma soprattutto subito dopo l’ unificazione italiana) videro interessato l’ intero territorio l’ edificio, infatti, mostra sulla facciata alcuni esempi di arte romanico-campana.
In seguito a parziali interventi di restauro, Palazzo Veniero si caratterizza, tra l’ altro, per la presenza di elementi che lasciano presupporre un organico sviluppo del motivo decorativo “tufo giallo-tufo grigio” (considerato come importante testimonianza del gusto che viene classificato come tardo-bizantino e arabo).Il portale d’ ingresso poggia su piedritti che sostengono un arco a tutto sesto. Esso è stato realizzato con blocchi di pietra ritenuti interessanti perché probabilmente derivanti dai materiali di risulta di altre costruzioni precedenti andate distrutte.
Più di ogni altro aspetto, però, a rendere particolarmente suggestivo Palazzo Veniero è l’ utilizzo della tecnica della tarsia muraria (quasi a voler anticipare i gusti degli artigiani che, poi, saranno impegnati a livello locale sul fronte della tarsia lignea).Sulla facciata che sovrasta Via Santa Maria della Pietà, si possono ancora oggi ammirare tre aperture ad arco per ogni piano, demarcate da ampie fasce in tufo grigio e giallo.
A catalizzare le maggiori attenzioni ed a suscitare ammirazione, però sono alcuni “tondi” con il centro a forma di stella o di rosone in miniatura.
Nel loro incavo, originariamente, dovevano esserci delle “patere” di maiolica a forma di scodella (anche dette patere ispano-arabe).Purtroppo non tutti gli interventi di restauro che pure si sono succeduti negli anni, sono stati eseguiti con maestria.
Per questa ragione, quindi, molti degli elementi che anticamente caratterizzavano la palazzina sono stati irrimediabilmente compromessi.

 

 


cultura
CONFERENZE ISTITUTO DI CULTURA TORQUATO TASSO

PROGRAMMA DI CONFERENZA A CURA DELL' ISTITUTO CULTURALE TORQUATO TASSO continua

Al museo Correale una mostra dedicata a Salvator Rosa

E' stata inaugurata sabato 7 novembre, alle ore 18, al museo Correale di Te... continua

Sorrento...ancora

Roberto De Simone e Alessandra D’Antonio ospiti a “Sorrento&hel... continua

Musica classica di scena a Sorrento - I lunedì dell'opera

Domenica 2 agosto, ore 21.15, Sorrento - Chiostro S. Francesco. continua

Fontane storiche di Sorrento

Sono partiti i lavori di restauro delle due fontane collocate nel centro st... continua

Lo Schizzariello torna al suo antico splendore

Ultimato il restauro della fontana detta dello Schizzariello. Un altro impe... continua

Suggestioni ed emozioni di una città

Una passeggiata tra le meraviglie di Sorrento, tra i suoni, i colori, i pro... continua

Un'antica porta

L' apertura della Porta di Parsano ha, di fatto, consentito lo sviluppo a S... continua

La Basilica di Sant'Antonino

Ai lati dell' altare maggiore della Chiesa dedicata al Santo Patrono della ... continua

I paramenti sacri della Congregazionella

Nella Chiesa dei Servi di Maria di Sorrento e' custodita una stupenda colle... continua

Visita la gallery

 

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Rosa e Gabriele - 03/01/2018
Complimenti per la mostra! Geniale l'idea di affiancare un laboratorio dimostrativo che ... Continua »

Leggi le opinioni dei nostri clienti »


visit www.webpinknetwork.it Fondazione Sorrento Sede operativa: Corso Italia, 53 - Sorrento - 80067 - Italia P.IVA / Cod.Fiscale: 05574541214
Tel.: 081 8782284 - E-mail: info@fondazionesorrento.com

Powered by Mosajco CMS